L’irriverente cameriere di Del Piero

Trapanese.jpg

DEL PIERO E IL CAMERIERE…

Siamo soliti vederlo in TV nei panni di un irriverente e simpatico cameriere che, nello spot dell’acqua Uliveto, fa il verso ad Alex Del Piero oppure si destreggia tra i soliti battibecchi che l’attaccante della Juve tiene con Cristina Chiabotto, l’altra protagonista dello spot.

Parliamo di Sasà Trapanese, attore di teatro nonché protagonista di diverse esperienze televisive, una vita intera dedicata all’arte dello spettacolo, salvo poi, a 53 anni, salire alla notorietà per un semplice spot, aspetto per il quale, al pensiero, mastica, è vero, un po’ amaro, ma comunque con la consapevolezza di chi sa di aver dato tutto in questo campo e di poter avere ancora tanto da dire.

“Nessun problema – afferma lui – per un tifoso napoletano doc quale il sottoscritto lavorare con lo juventino Del Piero, una brava persona ed un uomo estremamente sensibile, avendo infatti supportato diverse mie iniziative dedite ai bambini terminali, ai quali mi dedico da anni”.

“Lo spot mi ha dato notevole notorietà e mi ha permesso di rilanciarmi in teatro: sarò infatti il 12 novembre al Cilea con Giacomo Rizzo ne “La banda degli onesti”, trasposizione teatrale del famoso film con Totò, curata da Mario Scarpetta e riveduta dallo stesso Rizzo”.

Trapanese non nasconde di aver soffiato il ruolo del cameriere a notissimi volti dello spettacolo, di cui però preferisce non fare i nomi, di certo un premio alla passione da lui profusa in tanti anni di carriera.

Il buon Sasà vanta infatti un curriculum di tutto rispetto: ha lavorato in teatro al fianco di Gigi Proietti, Mario Carotenuto, Marisa Laurito, ha prestato il suo volto al tenore Enrico Caruso in un film-documentario diretto da Tony Luciano e trasmesso su Sky, è stato il brigadiere Bevilacqua nei primi tre anni di programmazione della famosa soap-opera “Un posto al sole”, ha preso parte a diverse puntate de “La squadra” (vecchio corso), ha condotto diversi programmi sulla canzone classica partenopea e dirige attualmente diversi laboratori teatrali in varie scuole del napoletano.

“Ma il mio desiderio sarebbe quello di tornare al teatro classico, quello vero, la prosa”. E chissà che il destino, prima o poi, non gli dia retta…

Alberto Ferrero

L’irriverente cameriere di Del Pieroultima modifica: 2009-10-01T18:28:58+02:00da metropolis32
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento